Curriculum del circolo Legambiente “Valle Argentina”

Attività svolte nell’ambito della gestione e valorizzazione del territorio

***

Da dove ha origine l’associazione

1984

Alcuni componenti del direttivo della prima fondazione del circolo si associano al primo gruppo ecologico locale denominato “Gruppo ecologico ambientale Valle Argentina” con sede a Montalto Ligure e più precisamente a casa di Nanni Laurent – persona che è stata responsabile per decenni a livello nazionale della associazione ambientalista denominata Legambiente.

 

Videointervista a Nanni Laurent - 1978

 

A Badalucco si organizza una manifestazione di tre giorni con stand espositivi e conferenze sull’energia alternativa. A distanza di pochi anni alcuni componenti si iscrivono alla Federazione dei Verdi, affrontando problematiche ambientali sia su scala internazionale che locale, dando vita a manifestazioni pubbliche d’informazione ambientale, esponendosi con petizioni, denunce, raccogliendo firme (nucleare, inceneritori, discariche abusive, sperimentazioni varie, cave, inquinamento ecc.).


Logo "Gruppo Ecologico Ambientale Valle Argentina" -1984

 

La nascita del circolo

Si fonde, a distanza di undici anni, nel 1995 l’associazione ambientalista “Valle Argentina” che adotta lo statuto di Legambiente nazionale e ne diventa circolo (a prosecuzione “ideologica” naturale del primo gruppo di ambientalisti) proseguendo, a tuttora, le attività di informazione e denuncia del/sul proprio territorio e che individua nel “Pensare globalmente e agire localmente” un’efficace politica d’intervento indipendentemente dagli immediati o meno consensi.


Logo Legambiente circolo "Valle Argentina" -1995

 

Il Parco Regionale Naturale

Così come si individua che nell’istituzione di un parco produttivo, in contrapposizione all’abbandono dell’entroterra, ci sia una possibile soluzione ai tanti problemi apparentemente slegati fra loro, che vanno (ad esempio) da quelli idrogeologici a quelli di carattere sociale.

I soci del circolo scrivente partecipano ai seminari di formazione a cura di Legambiente nazionale e regionale sparsi in mezza Italia (Firenze, Roma, Grosseto, Genova, Cuneo, Milano) per dare avvio ad una serie di congressi, convegni, manifestazioni atte a rendere consapevole l’opinione pubblica e le autorità di competenza delle potenzialità di rivitalizzazione dell’entroterra imperiese. Ci si avvale della consulenza scientifica del Dott. Francesco Bassilana (Nato a Taggia – IM: agrimensore, consulente e corrispondente per l’Europa Orientale e la Siberia, quindi direttore di Parchi e professore a contratto in Istituti superiori ed universitari) con il quale si organizza la visita al parco tecnologico francese di Sophie-Antipolis e visite nelle aree protette, sic, zps del nostro entroterra.

Nel 1996 la Regione Liguria sta per approvare il Parco delle Alpi Liguri, detto “a macchia di Leopardo”: il circolo Legambiente “Valle Argentina” si dissocia chiedendo una convocazione urgente agli assessori regionali preposti e, viste le motivazioni, la Regione rivede il progetto. Costituiamo il primo comitato provinciale sul Parco, al quale aderiscono altre associazioni ambientaliste, naturaliste, sportive e culturali. Nel dicembre dello stesso anno, a Badalucco (IM),organizziamo il primo convegno regionale sull'ipotetico Parco delle Alpi Liguri; l'invito è accolto da tutte le autorità preposte regionali e provinciali di competenza. La popolazione è assente.

Nel 2000 organizziamo a Realdo, frazione di Triora, un altro convegno regionale sull’ipotesi di Parco, in collaborazione con il direttivo regionale, avvalendoci sempre della consulenza del nostro tecnico Dott. Bassilana: sono sempre presenti le autorità preposte regionali e provinciali; partecipa al convegno anche la Federcaccia e nascono i primi rapporti di comunicazione diretta tra le associazioni ambientaliste e venatorie; il primo ed importante passo è stato fatto. Solo l’arrivo di incendi dolosi, in contemporanea su tutto l’arco alpino, in aree dove non si erano mai visti (in prossimità anche del borgo di Realdo) ci mettono in condizione di non parlare più di PARCO. Se il prezzo doveva essere una guerra civile, poiché metteva a rischio la popolazione, la perdita per tutti di patrimoni boschivi e animali allora per noi sarebbe stata una posizione insensata. Lavoriamo sul problema degli incendi boschivi e sulle possibilità di monitoraggio preventivo del territorio, non smettendo mai di confrontarci con le associazioni venatorie, le popolazioni locali dell'entroterra, le istituzioni.

Nel 2008 viene riconosciuto il Parco Regionale Naturale delle Alpi Liguri.

 

 

 

Il documentario di RAI 3 sul Parco Regionale Naturale delle Alpi Liguri

 

Nostre adesioni e partecipazioni alle Campagne Nazionali di Legambiente

 

Festa dell’Albero

Nel 1998, 1999, 2007 e 2008 partecipiamo ed aderiamo alla campagna “la festa dell’albero”: si coinvolgono le scuole elementari del comune di Taggia, Riva Ligure e Pompeiana per la posa di piante in aree in degrado o da rivalutare.

 

Cento strade per giocare

Nel 1996 e 1997 con “Cento strade per giocare” invitiamo l’amministrazione comunale a creare isole pedonali: allestiamo stand e giochi di strada per adulti e bambini; con le scuole elementari puliamo il lungo fiume tra Taggia ed Arma proponendo all’amministrazione la riqualificazione dell’area attraverso una pista ciclabile che colleghi i due centri urbani.

 

Progetto Cernobyl

Previo corso di formazione a Milano nel 1998, 1999 e nel 2000 aderiamo e partecipiamo, come responsabili dell’accoglienza, alla campagna nazionale “Progetto Cernobyl” di Legambiente che prevede l’ospitalità di “un mese di cibo e aria pulita” ai bambini a rischio malattie. Si organizzano concerti, manifestazioni, incontri pubblici per finanziare il progetto, per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi del nucleare e per sostenere la ricerca sulle energie pulite

.

Piatto Pulito e Riciclo

Nel 2000 organizziamo ad Arma di Taggia il primo mercatino del biologico e dei prodotti locali (oggi chiamati KM zero) aderendo alla campagna “Piatto Pulito” e si inizia ad informare sui rischi dell’agricoltura con utilizzo di fertilizzanti e diserbanti chimici; si promuove la raccolta differenziata ed il disimballaggio.

L’iniziativa viene accolta dal comune e riproposta in altre occasioni e negli anni successivi. Alcuni sit-in d’informazione vengono allestiti davanti ai supermercati.

Nel 2008, su richiesta del Comune, incontro pubblico sull’emergenza rifiuti nell’imperiese: presentazione del progetto di installazione di un digestore anaerobico per la Provincia di Imperia.Partecipazione nel 2009 alla manifestazione “L’Arte del riciclo” a Ventimiglia, organizzata dall’AGE. Il circolo è scelto come giuria per l’assegnazione del premio alla scuola vincente e organizza giochi con materiale riciclato.

 

Fiuminforma

Si affrontano anche tematiche legate ai rischi idrogeologici: nel 2000, si chiede un urgente incontro con il comune di Taggia per allertare sui possibili ed imminenti rischi alluvionali di una piena in corso del torrente Argentina (due giorni dopo la statale 128 ha ben due cedimenti…gli stessi previsti, con motivazioni tecniche, dal Dott. Bassilana…e così altre cose…:-). Si studiano con il dott. Bassilana gli alvei, le casse d’espansione, le arginature, le puliture ecc….

Nel 2001 aderiamo e partecipiamo alla campagna nazionale di “Fiuminforma”: il torrente Argentina viene monitorato ed analizzato, dai biologici di Legambiente, dalle sorgenti alla foce. A Molini di Triora sono coinvolti nell’operazione i bambini delle scuole. Ne consegue convegno a Taggia (IM) sullo stato di salute del torrente Argentina e dei rischi idrogeologici del territorio comunale. L’informazione raccolte sono pubblicate nel dossier sullo stato di salute dei fiumi e torrenti in Italia, redatto da Legambiente Nazionale.

Aderiamo, nel 2010, come partner al progetto del CEA del Parco “l’eco-festival del parco” invitando la FIPSAS, i docenti del CEA ad un incontro con bambini, ragazzi, adulti alla “Festa dell’Acqua”

 

 

Spiagge e Fondali Puliti, Puliamo il Mondo

Dal 1997 al 2004 e nel 2008, 2010 e 2011 organizziamo incontri culturali/antropologici sul nostro entroterra. Aderiamo e partecipiamo alle manifestazioni nazionali di Legambiente come “Operazioni spiagge e fondali puliti” in collaborazione con l’associazione subacquea di Taggia, la Capitaneria di Porto ed altre associazioni.

Partecipiamo alle campagne di “Puliamo il Mondo”: 2009 e 2010 un “S.O.S Puliamo il Mondo” nel Vallone dei Morti in collaborazione con altre associazioni ambientaliste.

Dal 2008 in collaborazione con l’Associazione “Prau Grande” di Pompeiana aderiamo all’iniziativa nel sito da loro proposto.

Nasce nel 2011 “Last Minute”: ripulire aree degradate, pulire sentieri, intervenire su richiesta della cittadinanza. 1° intervento: pulizia della spiaggia di Bussana (Sanremo) dopo una mareggiata.

 

La Carovana delle Alpi e Neve Diversa

Nel 2002, 2003, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010 e 2011 torniamo a parlare di montagna pubblicamente: aderiamo e partecipiamo alla campagna nazionale di Legambiente “La Carovana delle Alpi” costituita da esperti nazionali e regionali di Legambiente, che indirizziamo ed accompagnamo nei comuni di Triora, Apricale, Montalto Ligure, Mendatica, Pian Latte Montegrosso e Pigna per riproporre, tra le altre cose, un dibattito pubblico sul progetto del Parco delle Alpi Liguri e sul Turismo Sostenibile. Per ogni congresso abbiamo il dossier con le relative documentazioni, interventi e proposte progettuali: frutti delle collaborazioni interne ed esterne a Legambiente. Le informazione raccolte sono pubblicate nel dossier sullo stato di salute della montagna in Italia, redatto da Legambiente Nazionale.

Assegniamo, in accordo con Legambiente Nazionale, la “Bandiera Verde” ai comuni di Molini di Triora (2010) e Pigna (2011).

Nel 2009 aderiamo alla campagna nazionale “Neve diversa”. In collaborazione con il Soccorso Alpino Regione Liguria si organizza a Mendatica un primo corso di pronto soccorso teorico ed a Monesi di Triora un’esercitazione pratica.

 

Salvalarte ed i Campi di Volontariato

Nella sede del circolo, in via Soleri, 10 a Taggia, è stato attrezzato un laboratorio artistico di incisione aperto ai soci.

Aderiamo e partecipiamo ai campi di volontariato nazionale alla campagna nazionale di “Salvalarte”- Voler Bene all’Italia: nel 2002 a Badalucco (recupero di affreschi), nel 2003 a Coldirodi, frazione di Sanremo (recupero di arredi sacri), nel 2006 a Vallecrosia Alta (restauro e recupero di una meridiana settecentesca), presentazione della mostra “I nemici dell’arte” ai ragazzi/e delle scuole medie del comprensorio.

Nel 2007, sempre con Salvalarte nazionale, organizziamo un incontro informativo sul restauro architettonico all’Istituto d’Arte di Imperia.

Nel luglio 2008 è stato organizzato un campo internazionale di volontariato per il recupero di una fontana del cinquecento ed un sentiero di collegamento tra il centro storico di Taggia e l’attiguo castello; il campo è stato ripetuto e si sono chiusi i lavori nel 2009.

A Molini di Triora (IM) nel 2009 Campo Internazionale per il recupero di aree in degrado; nel 2010 e nel 2011 Campo Nazionale di volontariato per il recupero di arredi museali, aree interne e limitrofe al museo (vedi progetto), fontana, vie urbane degradate.

Il documentario di Zemia Film

Nel 2011, sempre a Molini di Triora è stato istituito, in collaborazione con gli insegnanti, un corso di educazione ambientale della durata di tre giorni rivolto ai ragazzi dell’Istituto d’Arte di Imperia.

 

Piccolagrandeitalia

A difesa del suolo, dell’ambiente, della cultura presentiamo la “Piccolagrandeitalia”: nel 2006 si porta “Il Rossese scende al mare”. Ad Arma di Taggia degustazioni dei vini D.O.C. locali dell’entroterra, incontro con sommelier e produttori, presentazione dell’autore della pubblicazione in merito.

Con la “Piccolagrandeitalia” siamo presenti negli anni successivi con diverse iniziative nei paesi di Pompeiana e Dolceaqua (2009 e 2010), alcuni dei comuni liguri che hanno aderito alla manifestazione nazionale. Nel 2008 una delegazione del circolo è presente a Stella (SV) comune prescelto in rappresentanza alla giornata nazionale di Piccolagrandeitalia.

 

 

Referendum "Acqua Pubblica" "NO NUKE"

L’associazione nel 2010 e 2011 è stata impegnata a promuovere i due referendum di giugno: uno, che prevedeva la gestione dell’acqua come bene comune e pubblico e uno contro l’utilizzo dell’energia nucleare. Si sono organizzati banchetti informativi, volantinaggio e piccole ma divertenti manifestazioni di informazione.

 

 

Nostre adesioni e partecipazioni  alle Campagne Regionali

legambienteliguria

 

Stop al cemento

Il circolo ha sostenuto il lavoro del regista Franco Revelli (socio) per la presentazione del film di denuncia sugli abusi di cemento nella provincia d’Imperia – “L’Uomo di Cemento” Zemia Film –  Taggia e Pompeiana - 2008

2010 Presentazione del libro di Marco Preve “La colata”

Partecipazione alla campagna regionale “STOP AL CEMENTO” 14 e 15 marzo 2010

Laboratori didattici per le scuole di primo grado. Manifestazione di protesta su sito degradato – Allestimento mostra fotografica

Esposto alla Procura della Repubblica ed alla Comunità Europea - 2010

2012 Iscrizione del circolo al forum italiano "Salviamo il Paesaggio" Pubblicazione sul sito del film/denuncia del regista Franco Revelli "L'Uomo di Cemento" - Zemia film, patrocinato da CIGL e da il nostro circolo.

Dibattito a Castellaro

il documentario di zemia film

 

Fa’ La Cosa Giusta

Nel 2011 l’associazione aderisce alla manifestazione nazionale “Fa’ La Cosa Giusta” promuovendo dibattiti e visite guidate nel centro storico di Taggia.

***

Incarichi, collaborazioni, adesioni

 

Il circolo Legambiente “Valle Argentina” aderisce nel 2001 al Genoa Social Forum, partecipando alle assemblee provinciali e regionali ed alle giornate delle manifestazioni di luglio a Genova

*

    A fine 2007 abbiamo accettato la richiesta di partecipare attraverso un delegato (la Presidente del circolo scrivente), in rappresentanza di Legambiente, all’istituzione di una consulta cittadina per l’ambiente: il consiglio comunale del nostro comune di residenza (Taggia) ha deliberato di procedere all’attuazione dell’Agenda 21 a livello locale. Attualmente in collaborazione con il direttivo regionale di Legambiente lavoriamo con il comune di Taggia sulle tematiche più urgenti come il piano Provinciale dei Rifiuti ed il Risparmio Energetico

      *

      In collaborazione con l’associazione “Prau Grande”di Pompeiana (IM), previo sopralluogo al sito, si è denunciato il forte stato di degrado del pregevole SIC limitrofo al suddetto comune. E’ stata organizzata una manifestazione di sensibilizzazione pubblica. Partner al seminario “rete natura 2000” organizzato dall’Associazione “Prau Grande” di Pompeiana

        *

          Convegno sul Turismo sostenibile nel 2008 “Le buone pratiche per la qualità delle strutture ricettive come presidio ambientale sul territorio”

          *

          Il circolo ha sottoscritto l’adesione alla Rete del Turismo Responsabile costituitasi di recente nella nostra provincia

            *

            In collaborazione con il Comune di Taggia ed il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) si sono organizzati incontri pubblici sulle tematiche locali dei rifiuti, del turismo responsabile, del risparmio energetico

              *

              Partecipazione a luglio alla “Festa del Mare” organizzata dal circolo velico di Arma Taggia.

                *

                In data 16 maggio 2009 i rappresentanti delle associazioni presenti all’incontro organizzativo della manifestazione decidono ad unanimità di costituire il “Comitato per il Mare” includendo il circolo scrivente

                *

                  Con il Coordinamento Osservatorio Nazionale Ambiente & Legalità presentazione del dossier “Rapporto Ecomafia 2009”: le storie ed i numeri della criminalità ambientale

                  *

                  Partecipazione al corso di formazione  “Azioni per danni ambientali” – Genova 7, 14, 21 novembre 2009

                  *

                  2009 - 2010 Il circolo ha aderito al comitato spontaneo di cittadini “Pro Valle Oxentina”, intervenendo con dibattiti e presidi territoriali contro il progetto provinciale dell’individuazione di una discarica  nel Vallone dei Morti (Badalucco)

                  Il documentario di Zemia Film

                  *

                  2010 Adesione alla manifestazione “Mafiosissima” ad Imperia organizzata dal centro sociale “La Talpa e l’Orologio”

                    *

                    Partecipazione al corso di formazione “Volontari per l’Ambiente” Rispescia (GR) 16,17, 18 aprile 2010

                      *

                      2010 Adesione alla fiaccolata, organizzata da Libera,  contro Le Mafie di Sanremo e perfomance

                        *

                          2010 Partecipazione al 1° meeting dei giallisti italiani “La Notte Gialla” – Presentazione del libro di Giacomo Revelli “Dell’approvvigionamento idrico della città di Genova”

                          *

                          Il presidente del circolo è nominato dalla Regione Liguria come suo rappresentante nel Consiglio dell’Ente Parco Regionale Naturale Alpi Liguri dal 2008 (anno di costituzione del Parco) al 2011

                          *

                          2012 Capofila progetto "Eco anziani attivi - Valle Argentina Riclica Bene". Corso di formazione per facilitatori sulla metodologia del riclico corretto. In collaborazione con i comuni dell'ex comprensorio della Comunità Montana Argentina Armea, Auser.

                              *

                              Con le amministrazioni comunali e le comunità montane abbiamo sempre cercato di relazionarci, presentando progetti e/o osservazioni in materia ambientale, avvalendoci, nelle materie di non nostra specifica competenza, di consulenze professionali.

                              *

                              In sinergia con i soci di Legambiente e dell’ARCI svolgiamo attività ludiche (cene, dibattiti, cineforum) e con altre associazioni locali organizziamo incontri culturali ed enogastronomici con etnie diverse presenti sul territorio locale.

                              *

                              Il circolo partecipa costantemente agli incontri, seminari, congressi promossi dal regionale in sedi fuori dalla nostra provincia ed a seminari, congrssi, corsi di aggiornamento o formazioni promossi da altri Enti come i CEA.

                              Tutto il lavoro svolto, nell’ambito delle attività ambientaliste e culturali, è sempre stato eseguito sotto forma di volontariato.

                              *

                              Gennaio 2012 Iscrizione al volontariato ed al CESPIM e pratica aperta per l’iscrizione all’album del volontariato regionale.

                              *

                              Si apre il  conto bancario del circolo presso la Banca Etica